Piccoli consigli salvavita e salvasesso per gli uomini che si affacciano al mondo degli incontri (secondo Veronica), attenti alle fregature !

 

  1. Sia santificato Google. Il web pullula di fregature, ma -per fortuna- ci fornisce anche degli strumenti utili ad evitarle. Anche nel mondo degli incontri vige la regola “se è troppo bello (a) per essere vero, probabilmente…vero non è. Non fatevi cogliere dall’impazienza, non lanciatevi sul telefono, ma prendetevi un paio di minuti per qualche semplice controllo (sarà sicuramente meno fastidioso che trovarsi davanti la nonna della splendida Venere che avevate pregustato in foto, o non trovarsi proprio niente e svuotandosi solo il portafogli.) Aprite quindi Google e digitate il numero di telefono della fanciulla suddetta (potreste trovare ad esempio svariati diversi annunci con diverse foto, ma stesso numero…in questo caso…alla larga!
    Utilizzate poi la Ricerca per Immagini di Googlevi basterà prelevare una foto (ma provatene più di un paio per sicurezza) per scoprire se la vostra Dea è davvero chi dice di essere o, al contrario, le foto appartengono ad una top-model d’oltreoceano.
    A tal proposito vi segnalo il sito recensioniaccompagnatrici.com dove vi invito a fare questa prova così come il sito di Bluelle (alias Stacy Sanchez, ex playette…Texana! )

  2. ATTENZIONE ALLE CAPARREQuella dell’acconto, o caparra non è per forza una richiesta sbagliata o indicativa di disonestà come alcuni forum sostengono. Anche noi dobbiamo tutelarci e anche dall’altra parte è pieno di fregature (non solo per voi uomini), io stessa le chiedo per gli spostamenti o magari se devo raggiungere in hotel fuori mano qualcuno che non ho mai incontrato, ma ci sono numerose truffe online con escort (fake) da capogiro, di gente disonesta e truffaldina che, non essendo in grado di guadagnarsi da vivere, circuisce gli altri e passa il proprio tempo intascandosi queste presunte caparre.
    Fate tutte le valutazioni del caso e non versate caparre ingenti senza avere l’assoluta certezza di trovarvi davanti chi davvero credete. Piuttosto bluffate voi stessi: chiedete alla presunta superescort dove si trova e fingete di essere proprio nella sua città e/o di poterla raggiungere, se nonostante ciò dovesse chiedervi un acconto stratosferico, molto probabilmente si tratta di una truffa (chi mai chiederebbe cifre spropositate per “fermare” un appuntamento nella città in cui già si trova?) In ogni caso la maggior parte delle ragazze serie chiede acconti ragionevoli, di certo non la metà dell’intero importo.

  3. Non fidatevi troppo delle recensioni. qui spiego molto bene perché.

  4. Personalmente, senza voler nulla togliere alle ragazze di queste categorie, vi consiglio di evitare “trombodromi” di vario tipo e in generale le ragazze che lavorano a ritmi serrati…infatti -per ovvi motivi- la qualità del rapporto e il coinvolgimento della ragazza sono (secondo me) inversamente proporzionali al numero di incontri che ha regolarmente. Evitate quindi questo genere se ciò che state cercando è un rapporto di qualità, gestito con passione e soprattutto con calma (una fitta lista di appuntamenti quotidiani, ça va sans dire, difficilmente si sposerà bene con un rapporto tranquillo ed esente da fretta,  pressioni o condito con una lunga e gradevole chiacchierata extra.

  5. ESCORT/NON ESCORT, PROF/NO PROF. La seconda questione è già stata da me affrontata in un altro postquindi mi concentrerò rapidamente sulla prima:la differenza sostanziale sta (oltre che nei rates) nel numero di rapporti, nell’esclusività, modalità e approccio negli incontri stessi. Anche se ormai la definizione è entrata a far parte del linguaggio comune e spesso si utilizza per definire qualsiasi ragazza, usualmente le escort fanno meno incontri delle ragazze che ricevono in appartamento (dette anche LOFT Girl), raramente ricevono e nel caso non nella casa in cui vivono, fanno pochi incontri selezionati, sono educate e di buona cultura, gradevoli anche come accompagnatrici appunto, a livello umano e conversativo .
    Ovviamente il mio consiglio è rivolto a chi cerca anche dialogo, social-time, un rapporto non solo fisico. Va da sè che chi invece ha priorità differenti dovrebbe prediligere altre categorie. Ognuna ha i suoi pro e i suoi contro e può essere, a secondo delle esigenze, migliore o peggiore.  È sempre bene, però, avere in chiaro ciò che si sta cercando, mettendo in preventivo che le ragazze più numericamente indaffarate potrebbero non privilegiare il lato umano ed essere più frettolose…e non sorprendersi se ciò accade perché è quasi inevitabile o quantomeno molto frequente.

  6. Chiarite i dettagli tecnici prima dell’incontro.E non mi riferisco solo all’obolo in questione, informatevi prima riguardo a ciò che la ragazza offre in termini di servizi, non abbiate timore di ripeterli ulteriormente prima di dare il via alle danze. State pagando un servizio ed è vostro assoluto diritto ricevere ciò che avete acquistato.

    Lasciate perdere le ragazze che lavorano ad optional, chiedendo via via (magari durante il rapporto, ORRORE!) ulteriori extra per offrire servizi extra. Il rapporto sarà sgradevole e assolutamente non passionale (chi mai tornerebbe da una ragazza che interrompe un momento di passione per ricominciare una trattativa che dovrebbe essere già stata chiarita ?)

  7. Non abbiate timore di chiedere, ma mantenete sempre un comportamento educato e rispettoso.

  8. Esigetelo anche. Per quanto la ragazza possa essere attraente, non c’è donna al mondo che abbia il diritto di usarvi e trattarvi come dei bancomat. Purtroppo sono la maggioranza (anche tra quelle che non fanno incontri). State alla larga da coloro che cercano di abusare della vostra disponibilità o che tramutano ogni singolo incontro in un monologo auto-commiseratorio. A prescindere dalla situazione in cui si trova la ragazza con cui interagite, non dimenticate che il suo compito è quello di FARVI STARE BENE,  Incentrare la conversazione sui propri problemi per tentare di far leva sulla vostra compassione ed estorcervi di più, per quanta tenerezza possa suscitare, sta venendo meno agli impliciti termini di questo tipo di rapporto.

  9. Triste a dirsi, ma state attentissimi alla vostra privacy così come ai vostri effetti personali. Vale lo stesso per le ragazze, ovviamente, ma fate sempre attenzione…non si sa mai chi potete incontrare.

  10. Siate chiari e diretti fin dal primo contatto, non state rimorchiando una ragazza su Tinder, scrivete subito quando e dove vorreste incontrare la ragazza, per quanto tempo e di quali servizi vorreste usufruire.

  11. D I V E R T I T E V I. State bene. Se non ve ne andate appagati, rilassati e con un sorriso a trentadue denti, non tornate e cercate di meglio. 😉

    Un bacio

    Veronica Franco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *